Soffrendo, s’impara?

Pathei mathos, nella sofferenza s’impara. Così diceva Eschilo in una sua tragedia. Non aveva torto, ma oggi, nella terribile seconda ondata della pandemia, se ci chiediamo cosa abbiamo imparato nella prima fase viene da pensare che il grande tragediografo greco sia stato troppo ottimista. In effetti non abbiamo imparato nulla in relazione ai comportamenti da adottare. Come la gallina di Leopardi abbiamo ripreso il nostro verso usato, immemori della tempesta appena passata. Da maggio ci siamo convinti, o ci hanno fatto credere, che il pericolo era ormai passato e...