Patria, ultimo rifugio delle canaglie

Una definizione tranchant e forse eccessiva. Non è di chi si appresta a scrivere questa nota, ma del poeta e critico inglese del’700, Samuel Johnson. Un rivoluzionario? Niente affatto, in quanto era un anglicano e un conservatore convinto. Viene qui ricordata perché si parla di patrioti da candidare per il Quirinale, anche se nelle ultime ore la definizione di patriota per un pretendente a dir poco indegno viene citata meno e senza molta convinzione. In ogni caso non è fuori luogo riprenderla per rifletterci sopra sine ira et studio. Il termine patriota di per...

Invidia, spudorata invidia

In questi giorni di furiosa campagna anti reddito di cittadinanza è inevitabile ricordare un celebre processo della fine del quinto secolo avanti Cristo. Siamo ad Atene e un cittadino viene accusato di percepire indebitamente il sussidio previsto dalla polis per gli invalidi. Lui, l’accusato, ha un’evidente menomazione fisica, è claudicante e ha un piccolo negozio. Riceve un obolon (così veniva definito nell’Atene democratica l’assistenza ai bisognosi) per tirare avanti. Ha avuto il padre bisognoso di cure e la madre è morta da poco e con il...