Invidia, spudorata invidia

In questi giorni di furiosa campagna anti reddito di cittadinanza è inevitabile ricordare un celebre processo della fine del quinto secolo avanti Cristo. Siamo ad Atene e un cittadino viene accusato di percepire indebitamente il sussidio previsto dalla polis per gli invalidi. Lui, l’accusato, ha un’evidente menomazione fisica, è claudicante e ha un piccolo negozio. Riceve un obolon (così veniva definito nell’Atene democratica l’assistenza ai bisognosi) per tirare avanti. Ha avuto il padre bisognoso di cure e la madre è morta da poco e con il...

Una marcia sempre più marcia

Non è della marcia su Roma del 1928 che si vuole parlare, ma di quella lunga, lenta e costante in epoca repubblicana. I fascisti italiani capiscono fin dall’inizio che possono svolgere un ruolo determinante specialmente dopo la fine dell’epoca degasperiana. L’anticomunismo è il loro cavallo di Troia. La Democrazia Cristiana, che dal 1953 non ottiene la maggioranza in parlamento come dopo le elezioni del ’48, da sola non ce la farebbe mai a fronteggiare l’avanzata delle forze di sinistra ad egemonia comunista. Nemmeno la scissione socialista...

Dieci firme per lo sterminio

“Nessuno dimentichi i dieci scienziati del ’38. Nessuno li perdoni. Si chiamavano Lino Businco, Lidio Cipriani, Arturo Donaggio, Leone Franzi, Guido Landra, Nicola Pende, Marcello Ricci, Franco Sarvognan, Sabato Visco ed Edoardo Zavattari. Legittimarono la deportazione in Germania di ottomila persone, tra cui settecento bambini. Volevano dimostrare che esistono essere inferiori. E ci riuscirono, in prima persona. Perché lo furono.” Questo appassionato appello lanciò Franco Cuomo, quando pubblicò nel 2005 per Baldini e Castoldi Dalai I Dieci, chi...

25 Aprile. Liberazione è liberarsi ogni ...

Celebrare il 25 aprile del 1945 comporta ricordare che liberazione significa essenzialmente liberarsi ogni giorno, non dimenticare mai che la libertà non è un dato acquisito per sempre, ma che invece sempre é minacciata e in pericolo. Oggi più che in passato gli attentati alla libertà sono tali che è difficile individuarli e respingerli. Negli anni della conquista violenta del potere da parte del fascismo, con l’odiosa complicità della monarchia, era per così dire agevole individuare i nemici della libertà: con impunita protervia si presentavano in camicia...

Miglior governo o governo dei migliori?

“Il miglior governo è quello governa meno”, diceva nel 1849 Harry David Thoreau, di Concord nel Massachussets. Ma poi si accorse che la frase andava corretta. Miglior governo gli sembrava un’espressione alquanto generica. Miglior rispetto al governo precedente che forse governava troppo? Era necessario precisare e Thoreau lo fece in questi termini: “Il miglior governo è quello che non governa affatto.” E quale potrebbe essere mai un governo che non governi? E allora che cosa ci starebbe a fare un governo? Per sua natura detiene il potere...

Crisi liquida?

Da quando nel 2000 Zygmunt Bauman pubblicò Modernità liquida, un libro che divenne un best seller in pochi mesi, da ogni parte si colse solo l’osservazione da cui il filosofo e sociologo polacco era partito. E cioè si è preferito soffermarsi sulla constatazione che nella nostra epoca, con la caduta delle ideologie, eravamo piombati in un fase dominata dalla liquidità, cioè dalla estrema mutabilità delle posizioni politiche, caratterizzata a sua volta dalla rinuncia a programmi di lungo respiro, per consegnarsi all’instabilità e...